MINORI. Emilia Romagna, al via progetto di educazione alimentare e consumo consapevole

Realizzare e curare un orto, per conoscere la stagionalità dei prodotti, valorizzare la biodiversità del territorio e difendere le tradizioni locali. Sono alcuni degli obiettivi dell'iniziativa "L'orto a scuola. Seminiamo buon cibo", promosso dalla Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con le Province e con il supporto tecnico di Centrale-Osservatorio Agroambientale. Nella sua fase sperimentale, il progetto coinvolge insegnanti, studenti e famiglie della scuola dell'obbligo, appartenenti a 54 istituti scolastici delle diverse province della regione. Accanto a temi teorici, come il consumo consapevole, l'alimentazione ed i prodotti di qualità, la tutela della salute e dell'ambiente, si affiancherà la didattica attiva per scoprire i segreti della natura e comprendere il percorso che porta frutta e verdura sulle nostre tavole.

Ragazzi e insegnanti impareranno ad alimentarsi correttamente, prediligendo prodotti ortofrutticoli freschi, nel rispetto delle stagioni e valorizzando le caratteristiche locali e territoriali. L'iniziativa prevede corsi di formazione ad hoc per i docenti, con un ciclo di 3 incontri sulla progettazione e coltivazione di un orto biologico a scuola e sulla conoscenza delle produzioni ortofrutticole della zona. Gli insegnanti che hanno frequentato i seminari di formazione saranno poi invitati a realizzare con i loro alunni un orto nelle pertinenze scolastiche o ad ampliarne uno già esistente, oppure a predisporre coltivazioni in cassette o vasi. Alle scuole aderenti sarà fornito un contributo per l'acquisto del materiale e le spese correnti.

Comments are closed.