MINORI. Europa, numero verde su minori operativo in 5 Stati. Commissione esorta a fare di più

È operativo in cinque Stati il numero verde 116000 per la segnalazione dei minori scomparsi nell’UE: sono Grecia, Ungheria, Paesi Bassi, Portogallo e Romania, mentre si prevede che entri presto in funzione in Belgio e Slovacchia. È quanto ha comunicato la Commissione europea che, dopo aver fatto riservare a tutti gli Stati dell’UE il numero 116000 – come prescrive la normativa europea – sollecita ancora una volta gli Stati membri a fornire supporto e orientamento ai candidati operatori del numero di emergenza 116000 per far sì che genitori e minori possano chiamare da qualsiasi punto del territorio europeo in caso di necessità.

Nei cinque paesi in cui è in funzione la linea, il numero è stato assegnato ai fornitori di servizi che devono essere in grado di trattare in modo adeguato e gratuito le chiamate che ricevono, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 su tutto il territorio nazionale. I numeri verdi, afferma la Commissione, potrebbero operare in modo più coordinato nel risolvere il problema dei minori rapiti e portati in un altro Stato. C’è poi l’introduzione degli altri due numeri: il 116111 (chiamata di assistenza per i minori) e il 116123 (sostegno psicologico) già riservate nell’ottobre 2007. Il primo numero è in funzione in nove Stati che presto diventeranno quattordici. Il secondo è in funzione in Austria e presto si estenderà ad altri tre paesi.

"Il numero verde "116000" per la segnalazione dei minori scomparsi è in funzione in Grecia, Ungheria, Olanda, Portogallo e Romania e questa è una bellissima notizia. Tuttavia mi sarei aspettata che questa iniziativa venisse accolta con maggiore convinzione dagli altri Stati membri. L’autocompiacimento è assolutamente fuori luogo quando si tratta della sicurezza dei nostri figli" ha dichiarato Viviane Reding, Commissaria europea per le telecomunicazioni. "Esorto gli Stati membri a assumersi le loro responsabilità e a informare i fornitori di servizi della disponibilità dei numeri che cominciano con le cifre 116, in modo da poter rapidamente mettere in funzione i numeri verdi per le chiamate urgenti in tutta l’Unione europea. Al di là del puro e semplice dettato normativo — che io continuerò a far osservare risolutamente — c’è anche un evidente obbligo morale nei confronti dei genitori e dei minori in Europa".

Comments are closed.