MINORI. Garante Lazio avvia corso per tutori volontari

Il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Lazio, in occasione di un convegno sul sistema della tutela dei minori nella provincia di Latina che si è tenuto oggi, ha presentato il corso per tutori volontari. "L’avvio del corso per tutori volontari segna un momento importante nel rapporto di collaborazione con la Provincia di Latina: credo che questa esperienza ci permetterà di sollecitare una maggiore attenzione e sensibilità sui temi dell’infanzia" ha commentato il Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza della Regione Lazio, Francesco Alvaro.

"Con la Provincia stiamo portando avanti una serie di progetti – ha aggiunto il Garante – perché vorremmo che su questo territorio si accendesse un riflettore: l’infanzia ha bisogno di servizi e di opportunità. Bisogna pensare ad un sistema ‘a rete’ delle istituzioni, perché solo attraverso le azioni coordinate ed integrate di tutti i soggetti coinvolti si possono ottenere risultati efficaci". "Il Garante ha lanciato una sfida che abbiamo colto con entusiasmo – ha detto l’assessore alle Politiche sociali della provincia di Latina Fabio Bianchi – Intendiamo dare sempre maggiori contenuti a questa collaborazione perché la fascia dei minori rappresenta uno dei destinatari principali della nostra attenzione. in questo ambito lo sforzo che devono compiere le Istituzioni deve essere il massimo, per questo è necessario mettere in atto una strategia comune, che dia vita ad un sistema integrato di tutela dei minori efficace e dia una risposta concreta ai problemi contingenti." "Il protocollo d’intesa firmato con il Garante prevedendo la realizzazione di corsi di formazione per tutori volontari – ha concluso il Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma Carmela Cavallo – apre la strada a figure di tutori valide, che sappiano davvero prendere in carico il minore. La figura del tutore è fondamentale per la sua neutralità: deve sapersi relazionare con servizi, tribunale, scuola, familiari, mantenendo una sua autonomia di giudizio. Deve sapere accogliere ed ascoltare il bambino, contenerne la rabbia, fronteggiare l’imprevisto."

Comments are closed.