MINORI. “Giù lo zucchero”, campagna di informazione per i bambini in sovrappeso

Quattro bambini su dieci, tra i 6 e i 9 anni, in Italia sono obesi o in sovrappeso. Sono dati diffusi dalla Commissione Ue, secondo i quali il nostro Paese detiene il primato europeo per il numero di bambini grassi. La Lega Vita e Salute con il suo mensile lancia una campagna di sensibilizzazione per chiedere ai grandi produttori di alimenti per la colazione e merenda di ridurre sensibilmente la quota di zuccheri contenuti.

"Giù lo zucchero" è il titolo della campagna di informazione e raccolta firme, per ricordare che "fino a due o trecento anni fa lo zucchero non faceva parte dell’alimentazione abituale dell’uomo. Solo ai tempi di Napoleone si svilupparono gli zuccherifici in Europa e progressivamente i prezzi diminuirono, lo zucchero divenne alimento di tutti e di tutti i giorni. Fu la nemesi che ci rese schiavi dello zucchero – ha sottolineato Franco Berrino, Direttore del Dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano.

"Gli alimenti ad alta densità calorica sono quelli che contengono molto grasso e zucchero – ha spiegato Berrino – Questi alimenti, come merendine, biscotti da colazione, fiocchi di cereali zuccherati, e cosi anche le bevande zuccherate, fanno ingrassare e alterano il nostro ambiente endocrino facendo aumentare l’insulina. Queste alterazioni alla lunga fanno aumentare il rischio di ammalarsi di tumore e di varie altre malattie croniche che affliggono le popolazioni ricche.

Comments are closed.