MINORI. Ieri, 20 dicembre, la Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia

Si è ieri celebrata, 20 dicembre, la "Giornata nazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza" e anniversario della approvazione, da parte delle Nazioni Unite, della Convenzione sui diritti dell’infanzia. La Giornata è stata istituita dalla legge 23 dicembre 1997, n. 451, ed è celebrata il 20 novembre di ogni anno nella ricorrenza della firma della Convenzione ONU del 1989 sui diritti del fanciullo.

In particolare, la Convenzione sui diritti dell’infanzia, ratificata da 192 paesi nel mondo (tutti tranne Stati Uniti e Somalia) è lo strumento normativo internazionale alla base di ogni intervento a favore dei bambini e costituisce l’ossatura dei programmi dell’UNICEF per la vita, la salute, la protezione, il rispetto e la partecipazione dei bambini e degli adolescenti in tutto il mondo.

La Giornata è stata celebrata ufficialmente al Senato della Repubblica, su iniziativa della Commissione parlamentare per l’infanzia, alla presenza del Presidente del Senato, della vice Presidente della Camera e del Presidente del Consiglio. L’evento, dal titolo «L’Italia a misura di bambini e adolescenti», è stato aperto dagli indirizzi di saluto del Presidente del Senato Franco Marini e del Vice Presidente della Camera dei deputati Giorgia Meloni. Interverranno: il Presidente del Consiglio Romano Prodi, il Presidente della Commissione parlamentare per l’infanzia Anna Serafini, il Presidente del Comitato italiano per l’Unicef Antonio Sclavi, la senatrice Maria Burani Procaccini, componente della Commissione per l’infanzia, il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Vasco Errani.
Molte le altre iniziative collegate alla campagna UNICEF: dal mondo del calcio, che dedica le giornate del 18 e 19 novembre, negli stadi di serie A e B, alla campagna "Uniti per i bambini, Uniti contro l’AIDS", al mondo del teatro, fino all’iniziativa di RAI 3 "Rai 3 con l’UNICEF per i diritti dei bambini", con la messa in onda il 20 novembre di vari speciali.

Comments are closed.