MINORI. Il pigiamino sicuro secondo l’UNI

Nanna a regola d’arte con le norme UNI. Moltissime sono le insidie che si celano dietro un pigiamino, una tutina o un pagliaccetto da bimbo. L’ Ente nazionale italiano di unificazione (UNI) ha pubblicato delle norme in questo senso per garantire ai prodotti i requisiti essenziali di sicurezza. Lo riferisce in un comunicato l’UNI.

Uno dei rischi preso in considerazione dall’Ente attraverso la norma UNI EN 14878:2008 è quello dell’infiammabilità. Dati statistici esistenti indicano come fonti più comuni per questo tipo di incidenti l’utilizzo improprio di dispositivi e apparecchi da cucina, l’eccessiva vicinanza ad un caminetto acceso, l’utilizzo di accendini, fiammiferi e candele decorative.

Il principio sul quale si basa la norma è la consapevolezza che la maggior parte dei tessuti utilizzati per la fabbricazione degli indumenti notturni dei bambini prendono facilmente fuoco anche a contatto con una piccola fiamma. La proprietà del tempo di propagazione della fiamma e le caratteristiche della fiammata superficiale vengono valutate sottoponendo i campioni di tessuto a uno specifico metodo di prova descritto.

Seconda insidia presa in considerazione dall’Ente riguarda i cordoncini ed i lacci passanti. La norma UNI EN 14682 prevede requisiti diversi per le seguenti due fasce di età: bambini piccoli (dalla nascita fino ai 7 anni), bambini e giovani (dai 7 ai 14 anni).

Per i bambini da 0 a 7 anni (fino a 134 cm di altezza) non si possono utilizzare laccetti corde funzionali o corde decorative nei cappucci e nella zona del collo mentre per i bambini da 7 a 14 anni sono ammessi solo laccetti di forma circolare (ad anello, senza estremità libere) con le seguenti caratteristiche:

  • quando il capo e’ aperto (in posizione rilassata) il laccetto circolare non deve sporgere dal capo,
  • quando il capo e’ chiuso (in posizione "tirata") la lunghezza della circonferenza sporgente non deve essere superiore a 15 cm.

Corde funzionali e decorative non devono superare i 14 cm di lunghezza. Non ci devono essere laccetti e corde funzionali o decorative che sporgano dall’orlo inferiore dei capi di abbigliamento (unica eccezione le staffe).

Per tutti gli abiti da 0 a 14 anni, in tutte le aree non citate precedentemente, i laccetti, le corde funzionali e decorative non devono comunque sporgere più di 14 cm quando il capo di abbigliamento è regolato alla massima apertura (a capo rilassato).

"Per il produttore – sottolinea l’UNI – rispettare una norma armonizzata per la fabbricazione di un certo prodotto significa garantire ai propri prodotti la presunzione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e conseguentemente di poterli far circolare liberamente sul mercato europeo.

Comments are closed.