MINORI. L’Unione Europea si schiera contro la pedofilia

Un ombudsman europeo, un "Telefono azzurro", un sito, un forum: sono queste le iniziative che fanno parte della strategia adottata dall’Unione Europea in difesa dei bambini e per combattere la violenza nei loro confronti e, in particolare, la pedofilia. Il vicepresidente della Commissione, Franco Frattini, partecipando ad un organismo del Parlamento Europeo che si occupa dell’infanzia, ha informato della prossima nomina di un ombudsman, un coordinatore europeo sui diritti dei minori: "Sono 18 i paesi che hanno mediatori nazionali cui chiederemo di collaborare, speriamo che li nominino anche gli altri, se non impedito dalla legislazione".

Per quanto concerne il forum europeo, Frattini ha spiegato che è un metodo per ascoltare prima di prendere le decisioni, mentre il "Telefono azzurro" europeo dovrebbe diventare operativo entro la fine dell’anno. Avrà un numero uguale in tutti gli stati Ue, sarà semplice e multilingue per consentire a tutti i bambini di poterlo usare, anche a coloro che si trovano in paesi di cui non conoscono l’idioma. Il sito web sarà interattivo, facilmente accessibile e servirà a promuovere il dibattito e "soprattutto a fare dei ragazzi dei nostri interlocutori".

In relazione alla pedofilia tramite Internet, Frattini ha citato la recente operazione fatta da Europol, che ha permesso di arrestare numerose persone in 13 stati. "Incoraggerò Europol a concentrarsi contro questo crimine con la cooperazione di tutti i paesi dell’Ue", ha detto il vicepresidente della Commissione, il quale ha sottolineato positivamente l’ approvazione ieri da parte del Parlamento europeo del programma Daphne III contro la violenza su donne e bambini. "I fondi passano a 113 milioni ed è una buona notizia", ha commentato rilevando che la situazione della violenza e dello sfruttamento dei bambini in Europa è meno grave che in altri continenti, "ma occorre essere vigili e prevenire".

In Italia è operante da anni il numero 114 Emergenza Infanzia, gestito da Telefono Azzurro.

 

Comments are closed.