MINORI. Lombardia, MDC Junior: sempre di più le famiglie che mandano i figli nei centri estivi

In Lombardia l’offerta dei centri estivi comunali per bambini e ragazzi è aumentata del 10-20% rispetto al 2009. Lo ha riscontrato l’indagine dal Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino, che anche quest’anno, per il 5° anno consecutivo, ha interessato Milano più altri 6 capoluoghi di provincia: Varese, Monza, Cremona, Brescia, Lecco e Pavia.

"Il dato più significativo – dichiara Lucia Moreschi, responsabile del Dipartimento Junior del Movimento Difesa del Cittadino- è che, sia a Milano che in tutte le città coinvolte nell’indagine, abbiamo riscontrato un aumento dell’offerta, tra il 10 e il 20%. Fatto che denota un’attenzione delle istituzioni locali ai problemi economici delle famiglie". Nella lista d’attesa di quest’anno delle case vacanza del Comune di Milano, ci sono circa 2.000 bambini, a dimostrazione di quanto il servizio sia ambito, quasi sia diventato, per molti nuclei familiari impoveriti di colpo dalla crisi economica, l’unica possibilità per far divertire e respirare aria pulita ai propri figli.

L’indagine di MDC Junior denuncia, però, diverse criticità. "Anche in città dove il centro estivo è un servizio assodato ed è stato incrementato, come Milano, ad esempio, è scomparsa la copertura durante il mese di agosto, ed è davvero carente l’offerta per i ragazzi dai 13 ai 16 anni – spiega Moreschi – Per contro, come emerge dai dati raccolti, in città come Brescia, Cremona e Monza, assistiamo ad un ampliamento dell’offerta e all’apertura durante tutto il periodo estivo. Segno che il centro estivo, in tempi di crisi e di vacanze mancate, è e rimane un’alternativa indispensabile per chi non può permettersi la vacanza al mare o in montagna".

Per i comuni più piccoli, come Lecco e Varese, MDC Junior ha ricevuto segnalazioni dalle famiglie sulle difficoltà di iscrivere i bambini nei centri comunali a numero chiuso: "a volte l’ammissione è più simile ad una lotteria..trova posto solo chi arriva prima" aggiunge la responsabile di MDC Junior, ringraziando i genitori che hanno partecipato al monitoraggio telefonando allo 02 89 055396 o via mail, all’indirizzo junior@mdc.it .

"L’ultima nota dolente? Pochissimi comuni hanno esteso l’apertura dei centri fino a metà settembre – conclude Lucia Moreschi – e ci domandiamo cosa sarebbe potuto succedere se le scuole lombarde avessero dovuto riaprire il primo ottobre".

Comments are closed.