MINORI. Milano, domeniche a piedi nudi nel parco per educare bambini a vita sana

Sarà dedicata alla salute dei piccoli milanesi una manifestazione ai nastri di partenza. Si tratta di "Merende al parco per insegnare ai bimbi l’ABC della vita sana", visto che il 45% dei baby milanesi risulta essere di taglia extralarge a causa dell’alimentazione scorretta. L’iniziativa è promossa da Milano Ristorazione, la società di proprietà del Comune, che gestisce la refezione scolastica delle scuole cittadine.

Di fronte al dilagare di sovrappeso e obesità nelle nuove generazioni, problemi che nel capoluogo lombardo colpiscono un piccolo su tre, l’azienda ha infatti ideato un ciclo di appuntamenti in programma nei principali parchi di Milano, che si terranno dalle 15 alle 19 per quattro domeniche di maggio e giugno: il 13 maggio al Parco Forlanini, il 20 maggio al Parco Sempione, il 27 maggio ai Giardini Pubblici ‘Indro Montanellì di via Palestro e il 3 giugno al Parco di Trenno.

Quattro occasioni di incontro con le famiglie, a contatto con la natura e allietati da spettacoli di animazione a misura di bimbo. Lo scopo è duplice, spiegano i promotori: "Da un lato educare i bambini e i genitori ai corretti stili di vita, cioè attività fisica e buone abitudini alimentari, che sono alla base della lotta alle malattie legate alla scorretta alimentazione, tra le quali l’obesità. Dall’altro avvicinare Milano Ristorazione alla città, raccontando ai genitori la propria filosofia", ha spiegato Michele Carruba, nutrizionista e presidente di Milano Ristorazione.

Nel 2007 infatti, la società "ha imboccato una strada nuova, impegnandosi in una serie di progetti come le mense self-service che stiamo installando nelle scuole primarie e secondarie di primo grado per rendere la refezione scolastica più efficiente e gradita ai ragazzi, ma soprattutto per responsabilizzarli nelle scelte e nella gestione del proprio modo di alimentarsi", ha aggiunto Carruba.

Lo specialista ha ricordato poi che il 45% dei milanesi fra i sei e gli 11 anni è in sovrappeso o addirittura obeso. "Tuttavia, preoccupa il fatto che mentre tra gli adulti gli obesi raggiungono il 9% della popolazione, fra bambini e adolescenti la percentuale è già oggi salita al 13%», avverte Carruba. "Il nostro progetto è di creare una forte alleanza con i genitori e le famiglie, per mettere in atto strategie di educazione alimentare dei più piccoli in accordo con gli assessorati alla Salute e alla Famiglia, scuola e politiche sociali, insegnanti e educatori», riferisce l’esperto.

minorti"Vogliamo far fronte al problema sempre più attuale del sovrappeso nelle nuove generazioni", prosegue Carruba "e ai disturbi del comportamento alimentare come anoressia e bulimia, che purtroppo sempre più riguardano non solo adolescenti, ma anche ragazzine in fasce d’età più precoci".

"Gli incontri si svilupperanno attraverso giochi, coinvolgimento e una sana merenda", ha sottolineato Mauro Bianchi, direttore generale di Milano Ristorazione, "all’interno di una sorta di villaggio allestito al centro di ogni parco, che ospiterà il palco destinato alle performance di compagnie teatrali, sul tema dell’alimentazione, e uno spazio destinato alle attività d’intrattenimento per i bambini: clown, equilibristi e mangiafuoco che si esibiranno per il piccolo pubblico", ha concluso Bianchi.

Comments are closed.