MINORI. Milano, mense scolastiche nel mirino di CODICI per cambiamento rette e qualità dei cibi

Il servizio mensa delle scuole di Milano finisce nel mirino di CODICI. L’associazione ha infatti denunciato che il Comune ha deciso di ritoccare le rette pagate dalle famiglie rivedendo fasce di reddito e tariffe. Il risultato sarà un’esenzione per 5 mila famiglie, un abbassamento per altre 13 mila ma un innalzamento per tutte quelle che superano i 6500 euro di reddito Isee, pari a un reddito da lavoro fra 13 mila e 16 mila euro l’anno. E la retta sarà per undici mensilità anche se non viene fatto il centro estivo di luglio.

Oltre ai costi della refezione, denuncia CODICI, le famiglie hanno lamentato un peggioramento del servizio con cibi di scarsa qualità e piatti di plastica che non reggono la temperatura dei pasti.

"In un periodo in cui le famiglie non riescono ad arrivare a fine mese, strozzate dall’aumento del costo della vita e dalla crisi economica, un aumento sui costi delle mense scolastiche non è davvero pensabile – ha detto il segretario nazionale di Codici Ivano Giacomelli – I genitori denunciano, inoltre, un peggioramento qualitativo del servizio che va verificato: i bambini non possono e non devono farne le spese".

Comments are closed.