MINORI. Nuovo sistema di allarme per gli scomparsi: messaggi sui display stradali e sui media

Quando scompare un minore, la tempestività dell’intervento è fondamentale. Per velocizzare i tempi e la diffusione delle informazioni utili al ritrovamento dei minori scomparsi, è stato elaborato un nuovo sistema nazionale di allarme scomparsa minore che punta sulla velocità di informazione tramite messaggi sui display stradali e sui media. Ci saranno messaggi sui display delle reti stradali, di porti, aeroporti e stazioni ferroviarie ma anche sinergie con emittenti radiotelevisive, siti internet e gestori telefonici. In campo anche un’unità di crisi e un call center per ricevere le segnalazioni. L’altro tassello della strategia prevede la costituzione di un’unità di crisi, che opererà presso la sala situazioni del Servizio per la cooperazione internazionale di Polizia.

Già operativo in Belgio, Francia, Olanda, Repubblica Ceca, Regno Unito e Svizzera, il sistema si affianca alle procedure in atto tra le forze di polizia per la ricerca dei minori in caso di scomparsa ed è stato realizzato grazie a un finanziamento della Commissione Europea, che ha permesso di costituire un partenariato con il dipartimento di Giustizia minorile del ministero della Giustizia, la direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato, il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, la direzione centrale per gli Istituti di Istruzione della Polizia di Stato, Formez P.A. del dipartimento della funzione pubblica e l’onlus Telefono azzurro.

Alla convenzione ha aderito l’Enac, Ente nazionale per l’aviazione civile che "parteciperà, per quanto di competenza e attraverso le proprie Direzioni Aeroportuali presenti su tutto il territorio, alla diffusione, tra l’altro, all’interno degli aeroporti delle informazioni in merito alla scomparsa dei minori".

Comments are closed.