MINORI. Pedofilia raccontata dagli insegnanti delle vittime. Indagine Telefono Arcobaleno

Telefono Arcobaleno ha comunicato oggi i dati dell’indagine condotta in seno al progetto pilota RETAN per la costituzione della prima Rete Territoriale Antipedofilia con l’obiettivo di prevenire il fenomeno, sensibilizzare l’opinione pubblica e recuperare le piccole vittime.

Gli insegnanti, in linea con le statistiche, hanno consapevolezza che gli abusi non sono quasi mai commessi da sconosciuti, meno del 2% infatti, ritiene che l’autore dell’abuso sia uno sconosciuto.Il 45,1% ritiene che si tratti prevalentemente di familiari, il 53% di conoscenti della vittima. L’84% degli insegnanti intervistati dichiara di conoscere il fenomeno dell’abuso dalle informazioni provenienti dalla stampa e dai mass media. Il 13% degli insegnanti ha approfondito l’argomento attraverso la partecipazione a convegni o letture specifiche. Il 40% degli insegnanti dimostra di avere una conoscenza completa delle diverse forme di abuso sull’infanzia. Il 95% degli insegnanti intervistati individua come canale d’espressione preferenziale il comportamento del bambino. Il 23% si sente in grado di riconoscerne in modo completo i segnali inviati. Rispetto alla violenza sessuale, il 9% degli insegnanti è a conoscenza delle diverse forme che la stessa può assumere.

Gli insegnanti richiedono a Telefono Arcobaleno di essere formati soprattutto in merito agli indicatori dell’abuso. Il fondamentale ruolo che l’insegnante riveste nell’individuazione precoce dei casi di abuso appare con evidenza dal dato relativo alla percentuale di soggetti che, nel corso della loro carriera, hanno avuto un contatto diretto con l’abuso:

  • il 30% ha, infatti, sospettato che il proprio alunno fosse vittima di abuso.
  • nel 30% degli insegnanti che ha sospettato un abuso ai danni di un alunno, il 16 % dichiara di avere avuto il sospetto che un proprio alunno fosse vittima di violenza sessuale.
  • il 23% degli insegnanti intervistati è intervenuto parlando con i genitori, con i colleghi o coinvolgendo il dirigente scolastico.

L’etica degli insegnanti li porta a considerare, per ben il 63%, la denuncia di un caso di sospetto abuso sessuale un obbligo morale. Il 7% degli insegnanti sa di avere l’obbligo giuridico di denuncia. Solo il 6% pensa che la denuncia non rientri nei propri compiti.

Telefono Arcobaleno ha attivato il numero verde (800-025777) al quale risponderà l’equipe specializzata composta da psicologi, psicoterapeuti, giuristi e assistenti sociali, preparati ad ascoltare e intervenire in caso di abuso sull’infanzia.

 

Comments are closed.