MINORI. Psicofarmaci, “Giù le Mani dai Bambini” accusa l’Aifa

Si è tenuta oggi presso la Commissione Sanità del Senato un’audizione sul tema psicofarmaci ai bambini, divenuto di attualità con la recente introduzione in Italia di metilfenidato (Ritalin) ed atomoxetina (Strattera). L’ufficio di Presidenza della Commissione si è riunito a porte chiuse per ascoltare Luca Poma, portavoce nazionale di "Giù le Mani dai Bambini", il consorzio di 127 associazioni che si battono per la farmacovigilanza in età pediatrica, ed il Professor Massimo Di Giannantonio, psichiatra ed Ordinario di Psichiatria all’Università di Chieti.

Tra gli obiettivi dell’audizione – si legge in una nota – quello di esaminare la documentazione che proverebbe la scarsa correttezza dell’Agenzia Italiana del Farmaco nelle varie fasi che hanno contraddistinto l’autorizzazione al commercio dei due potenti psicofarmaci destinati ai bambini. "Abbiamo dimostrato dati alla mano in almeno sette punti le menzogne dell’AIFA – ha dichiarato Luca Poma – che pur di immettere in commercio queste molecole ha deliberatamente alterato lo scenario fornendo ai Senatori un’informazione parziale è viziata".

 

Comments are closed.