MINORI. Regione Lazio, presentata proposta legge a sostegno vittime abuso sessuale, maltrattamenti

Presentata, oggi dal Presidente della Commissione Politiche Sociali della Regione Lazio, Maria Antonietta Grosso, capogruppo del PdCI, una proposta di legge in materia di sostegno ai minori vittime di abuso sessuale, di maltrattamento e di abbandono. La proposta è stata sottoscritta da diversi consiglieri sia della maggioranza che dell’opposizione: Brancati (gruppo Misto), Celli (SDI), Ciaraldi (Udeur), Laurelli e Massimi (DS), Mariani (Ambiente e Lavoro), Pizzo (PRC), Rinaldi della Lista Storace.

"L’idea di presentare una proposta di legge regionale in materia di sostegno ai minori vittime di abuso sessuale, di maltrattamenti e di abbandono – dichiara Maria Antonietta Grosso, capogruppo del PdCI e presidente della Commissione Politiche Sociali alla Pisana – nasce dall’esigenza di tutelare con maggiore senso di responsabilità civile quei minori, e le loro stesse famiglie, che si trovano coinvolte in atti di inaudita violenza, soprattutto i più deboli e gli indifesi. Alla caduta di valori – aggiunge Maria Antonietta Grosso – dobbiamo far corrispondere un impegno, sorretti da una adeguata legge, che sappia sostituire a pratiche repressive la riabilitazione e la cura accompagnando i soggetti interessati nel lungo precorso umano, amministrativo e giudiziario, al fine di prevenire e contrastare i soprusi in tutte le sue forme.

Proponiamo, in sintesi – precisa la Presidente della Commissione alle Politiche Sociali – una rete di interventi volti alla riabilitazione dei minori vittime di soprusi ed angherie, nonché delle loro famiglie, attraverso le strutture pubbliche e del privato sociale. Alle Aziende Sanitarie Locali spetteranno le attività di tipo consultoriale e di assistenza specialistica, interventi di diagnosi e il trattamento di eventuali patologie mentre, con contributi finanziari, dobbiamo promuovere lo sviluppo di tutte le strutture in grado di realizzare attività preventive ed un serio lavoro psicoterapeutico.

Una legge utile obbliga, tra l’altro, a non sottovalutare interventi a favore di minori extracomunitari, attraverso, anche, convenzioni con le ASL. Importante – conclude Maria Antonietta Grosso – sarà realizzare attività per una migliore formazione specialistica degli operatori del settore e il poter usufruire di consulenze legali all’occorrenza. Lavorare per garantire una migliore qualità della vita per tutti è un nostro dovere e questa proposta di legge va in questa direzione".

 

Comments are closed.