MINORI. Ritalin e Strattera, Puglia annuncia revisione dei protocolli di somministrazione ai bambini

Rivedere i protocolli nazionali per la somministrazione di psicofarmaci ai bambini: è l’impegno preso oggi dall’assessore alla Salute della Regione Puglia nel corso di un convegno a Lecce. Per l’occasione è stato annunciato un tavolo tecnico per la revisione dei protocolli sui farmaci Ritalin e Strattera, che verrà attivato dalle autorità regionali agli inizi del mese di maggio. Lo annuncia in una nota stampa Giù le Mani dai Bambini, comitato italiano per la farmacovigilanza in età pediatrica.

L‘assessore regionale alla Salute Alberto Tedesco, sottolinea il comitato, ha preso l’impegno formale a rivedere la delibera per l’attuazione delle linee guida nazionali per la somministrazione di psicofarmaci ai minori (si parla di Ritalin e Strattera) avviando immediatamente un tavolo di confronto per migliorare in senso più restrittivo tutti i protocolli diagnostici e terapeutici nazionali che ne regolano l’uso. Per l’assessore "occorre rivedere le regole per questi interventi ispirandosi ad una maggiore prudenza. Non intendo autorizzare l’uso di questi prodotti su bambini piccoli senza prima aver assunto tutte le necessarie cautele, quindi massima prudenza nell’uso delle linee guida ‘contestate’ ed immediata analisi dei protocolli diagnostici e terapeutici per modificarli e fornire migliori garanzie alle famiglie". "La Puglia così si pone all’avanguardia e detta una nuova linea in tutto il paese, speriamo che altre regioni ora prendano esempio": questo il commento di Luca Poma, portavoce nazionale di Giù le Mani dai Bambini.

Comments are closed.