MINORI. Roma, una città a misura di bambino: le proposte dei baby consiglieri

Il Sindaco di Roma Walter Veltroni ha incontrato oggi i 42 piccoli consiglieri del Consiglio dei Bambini di Roma che hanno presentato al primo cittadino e agli assessori intervenuti le loro proposte per dare visibilità alle idee e i desideri dei cittadini più piccoli nell’ottica di rendere la città di Roma a misura di bambino. Marco chiede di elevare più multe per gli adulti che parcheggiano sulle strisce e si lamenta che alcuni "vecchietti" gli impediscono di giocare con i suoi amici nella piazza sotto casa. Jasmine vorrebbe una maggiore informazione sul diritto al gioco dei bambini. "Si potrebbero fare cartelloni pubblicitari da mettere sui mezzi pubblici e la metropolitana – ha consigliato Jasmine – mandare degli aerei, quelli più piccoli però, con gli striscioni, o le macchine con i megafoni come l’arrotino, e mandare delle lettere alle famiglie". Iniziative che il sindaco Veltroni si è impegnato a rendere realtà per quanto possibile.

Il sindaco ha inoltre ricordato l’istituzione della Giornata del Gioco che l’anno scorso (18 maggio) ha visto migliaia dio bambini riversarsi nelle piazze e nei cortili per rivendicare il loro diritto al divertimento. «Sindaco, ma quando la facciamo quest’anno?», ha chiesto Andrea. Pronta la risposta del primo cittadino: «Ci sono le elezioni e quindi per evitare ogni strumentalizzazione abbiamo deciso di farla a fine settembre».

La giunta capitolina ha inoltre approvato una Memoria che prevede uno stanziamento di 100mila euro per sostituire la cartellonistica nei parchi che vietava il gioco per i bambini. «In questi anni il Consiglio ha lavorato molto – ha concluso Pamela Pantano, Assessore alle politiche per l’infanzia – raggiungendo traguardi importanti per la città. La giunta capitolina è sempre stata al fianco dei bambini e li ha aiutati e sostenuti per una città sempre più a misura di bambino».

Comments are closed.