MINORI. Sì al Prozac per i bambini con più di otto anni, ma con dei limiti

Prozac (fluoxetina) anche per bambini, con più di otto anni, e adolescenti. La nuova indicazione, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, è stata decisa dall’EMEA e ratificata dalla Commissione Europea: "come tale – precisa l’Agenzia del Farmaco – va applicata in tutti i 27 Paesi della comunità, secondo quanto previsto dal regolamento comunitario di Mutuo Riconoscimento".

L’indicazione prevede la somministrazione del farmaco in questione per quei minori con «episodio di depressione maggiore di grado da moderato a grave, se la depressione non risponde alla psicoterapia dopo 4-6 sedute». L’Aifa precisa, infatti, che a differenza di altri Paesi e a seguito di una specifica indicazione della Commissione Tecnico Scientifica (CTS) dell’AIFA, la prescrizione del Prozac® in Italia, viene limitata alla definizione di un piano diagnostico-terapeutico da parte di specialisti in neuropsichiatria o psichiatria infantile. Tale limitazione – conclude la nota dell’Agenzia di stampa – corrisponde all’esigenza di circoscrivere l’impiego del Prozac® ai casi di documentata necessità, a seguito di una diagnosi differenziale dello specialista ed in integrazione ad altre misure di sostegno psicoterapeutico. La decisione relativa alla necessità di un piano diagnostico-terapeutico di tipo specialistico è stata specificatamente adottata e introdotta per impedire un uso improprio del Prozac® nei bambini, al di fuori di un piano terapeutico circostanziato e del periodico controllo di ogni singolo caso da parte dello specialista.

Comments are closed.