MINORI. Servizi educativi, siglata intesa per i luoghi di lavoro

Governo, Regioni e autonomie locali hanno ieri firmato, in Conferenza Unificata, un’intesa in materia di servizi socio educativi per la prima infanzia. Lo comunica il Ministero delle Politiche per la Famiglia che precisa: l’accordo prevede la creazione di un sistema di "servizi integrativi e innovativi nei luoghi di lavoro, volti a promuovere il benessere e lo sviluppo dei bambini, il sostegno del ruolo educativo dei genitori e la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura", con un occhio di riguardo al superamento delle disparità tra nord e sud Italia, verso il raggiungimento degli standard europei.

Per il triennio 2007-2009 sono stati stanziati 604 milioni di euro per la creazione di una rete integrata sul tutto il territorio nazionale di asili nido e altri servizi di assistenza ai minori all’interno dei luoghi di lavoro. Anche le Regioni e le autonomie locali concorreranno al finanziamento del progetto con un contributo non inferiore al 30% delle risorse ripartite.

Entro il 2010 è previsto il raggiungimento della copertura territoriale del 33% (fissata dal Consiglio Europeo di Lisbona nel 2000) attraverso il lavoro di collaborazione tra Stato, Regioni e Comuni "per la concreta attuazione dei diritti dei bambini e delle bambine": ai 188mila posti attuali si aggiungeranno infatti oltre 50.000 nuovi posti.

Comments are closed.