MINORI. Stop ai bambini in carcere. “A Roma, insieme” presenta proposta di legge

"Nessun bambino varchi più la soglia di un carcere". E’ questo il titolo dell’incontro organizzato oggi a Roma, presso la Camera dei Deputati, dall’associazione di volontariato "A Roma, insieme", dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Consulta permanente per i problemi penitenziari del Comune di Roma. Scopo dell’evento è stato quello di presentare a deputati e senatori una rinnovata proposta di legge che cancelli l’ingiustizia che subiscono i minori innocenti che vengono reclusi.

Sono ancora più di 50 i bambini da 0 a 3 anni che, in Italia, vivono in carcere; 19 di questi sono rinchiusi a Rebibbia femminile. "I primi tre anni sono un periodo fondamentale nella vita di ogni essere umano", si legge in un comunicato di "A Roma, insieme". "In quel breve spazio di trentasei mesi risiedono le radici più profonde dei nostri istinti, dei nostri affetti, delle nostre paure. Ebbene, nel nostro civilissimo paese, in questa Italia che ha elaborato modelli di convivenza sociale così all’avanguardia da far sorgere in qualcuno il desiderio di esportarli addirittura con la forza, sì, proprio qui ci sono esseri umani che trascorrono i primi mille giorni della propria esistenza dietro le sbarre di un carcere. E senza aver rubato nemmeno una merendina".

Per leggere l’appello ai parlamentari cliccare qui

Comments are closed.