MINORI. Viminale: nel 2008 sono arrivati oltre 2700 minorenni in gran parte non accompagnati

L’anno scorso sono sbarcati in Italia 2.751 minori, 2.124 dei quali non accompagnati, e la tendenza rispetto al 2007 è in aumento. La grande maggioranza, 2.327, è approdata sull’isola di Lampedusa. All’inizio di quest’anno sono arrivati 154 minori fra i quali 138 non accompagnati. L’anno scorso sono state presentate 302 domande di rifugiato: 70 sono state accolte e per altri 210 minori sono state attivate forme diverse di protezione e percorsi di prima accoglienza.

I dati sono quelli resi noti dal ministro dell’Interno Roberto Maroni alla Commissione bicameralesull’infanzia, che ha proposto un documento di identità obbligatorio fino a 14 anni. Il presidente della Commissione Alessandra Mussolini ha infatti annunciato un emendamento al ddl sulla sicurezza, ora al vaglio della Camera, per l’introduzione dell’obbligatorietà del documento di identità per i minori da 0 a 14 anni. Questo il commento di Maroni: "Bisogna garantire a ciascun minore italiano il diritto all’identità, con tutti i mezzi che la scienza mette a disposizione, anche per la sicurezza dello stesso minore".

Riguardo ai minori scomparsi, Maroni ha detto che dal 1974 a oggi sono stati registrati complessivamente 10.267 casi, di cui 1.810 riguardano bambini italiani. Nel 2008 le scomparse sono state 1.008, 322 sono di minori italiani. Si sono allontanati da istituti e comunità di accoglienza 740 bambini stranieri e 82 di loro sono rimasti vittime di reati: tratta, riduzione in schiavitù, sfruttamento della prostituzione. Per il Ministro bisogna aumentare il numero dei centri per gli immigrati e fare strutture adatte per i minori "più adeguate e più capillari sul territorio anche dal punto di vista del controllo". Nel 2008 il Viminale ha rimborsato alle regioni 5 milioni e 400 mila euro per l’accoglienza ai minori stranieri non accompagnati; nel 2009 sono arrivate richieste pari a tre milioni di euro.

Comments are closed.