MULTE. “Le contravvenzioni sono la rapina del secolo”. Lo denuncia l’UNC

Le multe per i divieti di sosta semplice, di fermata e per il superamento del limite di velocità entro 10 km sono aumentate del 6870% rispetto al vecchio Codice della strada del 1959. Per i ciclisti in tripla fila la differenza è ancora più pazzesca: +8419%. E’ quanto ha constatato l’Unione Nazionale Consumatori (UNC), denunciando un enorme truffa di Stato. L’Associazione dei consumatori ha confrontato gli importi delle multe stradali del vecchio Codice della strada con quelli del nuovo, che fra l’altro vengono aggiornati ogni due anni con il tasso di inflazione.

"Nell’arco di mezzo secolo, afferma l’UNC, gli aumenti sono terrificanti ed è evidente che sono stati studiati solo per arricchire le casse dei Comuni". Per facilitare il confronto, gli attuali importi in euro sono stati tradotti in lire ed è stato preso in considerazione il pagamento come oblazione, cioè entro 15 giorni (nel vecchio Codice) ed entro 60 giorni (nel nuovo). Questo è l’unico piccolo vantaggio per automobilisti, ciclisti e pedoni.

Comments are closed.