MUTUI. CTCU: consumatori stanno scegliendo tassi con cap

Mutui per la casa: fino a quando i tassi variabili rimarranno bassi? C’è il rischio che aumentino in modo improvviso? Sempre più consumatori si rivolgono al CTCU (Centro Tutela Consumatori Utenti) per sapere quale tasso scegliere, in tempi di tassi bassi ma anche di incertezze finanziarie e di crisi economica. È quanto afferma l’associazione, sottolineando che "c’è chi si cautela scegliendo il tasso variabile-indicizzato con tetto massimo o cap: già un anno fa il CTCU aveva indicato tale soluzione alle banche; alcuni istituti ora la stanno proponendo".

Sostiene il CTCU: "I tassi sono in discesa ormai dal lontano ottobre 2008 e da qualche mese a questa parte si sono stabilizzati; l’Euribor 6 mesi quota attualmente intorno all’1,00%, quello a un mese intorno allo 0,45%. Attualmente è possibile ottenere un mutuo a tasso variabile-indicizzato anche sotto il 2%, mentre i fissi viaggiano intorno al 5%, con una differenza quindi di 3 punti circa. Quasi il 90% degli interessati ha infatti scelto negli ultimi tempi un mutuo a tasso variabile, essendo il risparmio di spesa notevole. Per un mutuo di 100.000 con durata 20 anni ed un tasso del 2%, la rata mensile è di ca. 506 euro (il montante da restituire, assumendo come costante il tasso per tutta la durata del mutuo, sarebbe di ca. 121.412 euro); al 5% la rata mensile è di 660 euro circa (il montante da restituire in questo caso sarebbe di ca.158.389 euro): una gran bella differenza".

Una parte dei consumatori si sta rivolgendo a mutui a tasso indicizzato con tetto massimo (cap), oltre il quale il tasso non può salire. In tale tipo di offerta, lo spread richiesto dalla banca è anche di 0,50-1,00 p.p. più elevato di un normale spread a tasso variabile. Non tutte le banche offrono attualmente tale soluzione, sottolinea il CTCU, ma è bene poterla prendere in considerazione in caso di aumento repentino della rata del mutuo nel breve-medio periodo. Un altro consiglio dall’associazione: prendere in considerazione la possibilità di surrogazione del mutuo e segnalare se ci sono banche che tentano di ostacolare questa scelta.

Comments are closed.