MUTUI. MutuiOnline: importo medio è stabile

Come va il mercato dei mutui? I dati resi noti in questi giorni sono in parte divergenti. Da Mutui.it è arrivata ieri una stima che parla di una riduzione del 20% nel valore medio delle erogazioni di mutuo, e di una percentuale finanziata scesa da 140 mila euro ad aprile a 110 mila euro a settembre. Oggi, da fonti diverse, arrivano nuovi dati. L’Osservatorio di MutuiOnline.it conferma infatti i dati di Banca d’Italia e di Assofin che evidenziano sì una flessione del 6,9% dei mutui nel primo semestre, ma confermano invece l’importo medio di 130 mila euro per i mutui erogati.

Secondo l’intermediario, tensione e incertezza dei mercati ormai condizionano l’offerta di mutui, con spread in forte crescita e maggiori difficoltà sia da parte delle banche nell’offrire prodotti competitivi che da parte delle famiglie a ottenere il finanziamento. Bankitalia rileva un calo delle erogazioni del 6,9% nel primo semestre 2011 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ma secondo MutuiOnline rimangono stabili gli importi medi dei mutui.

"Il dato – informa una nota – è confermato anche dall’Osservatorio di MutuiOnline.it, che evidenzia come l’importo medio del mutui erogati si sia mantenuto intorno ai 130 mila euro dai primi mesi dell’anno a oggi, anche se tale stabilità nasconde una notevole variazione nei flussi di mercato da gennaio a oggi. Contestualmente alla risalita dei tassi è infatti progressivamente diminuito il ricorso alla surroga per cambiare il mutuo a costo zero e ottenere migliori condizioni. Questa finalità è crollata dal 37 al 18% delle erogazioni totali nel corso dell’anno. Si tratta di operazioni con importi medi di 115 mila euro, alquanto più bassi rispetto ai mutui erogati per l’acquisto di una casa, che segnano invece un valore medio di 139 mila euro". Secondo MutuiOnline, l’importo medio erogato non è cambiato nel corso dell’anno e il mix fra mutui di acquisto e di surroga si è gradualmente modificato in modo da mantenere stabile anche l’importo medio generale dei mutui.

Comments are closed.