MUTUI. Penale estinzione, accordo in arrivo

Il Comitato esecutivo dell’Associazione bancaria ha approvato oggi l’ipotesi di accordo che ABI e dodici Associazioni dei consumatori hanno raggiunto sulla base della norma contenuta nell’articolo 7 del D.L. n.7/2007 (definito come "Bersani 2") che indica le due parti come soggetti chiamati a negoziare la misura massima della penale per l’estinzione anticipata dei mutui. L’accordo fissa un tetto massimo per la penale all’interno del quale ogni banca sarà libera di applicare un livello inferiore o di cancellare totalmente la misura.

Per il presidente dell’Abi Faissola si tratta di un "momento significativo per il sistema di rappresentanza dei consumatori". "Con i consumatori eravamo su posizioni molto distanti – ha quindi spiegato il direttore generale Giuseppe Zadra – e ora ci siamo avvicinati tantissimo su una posizione comune".

L’ipotesi di accordo e’ stata messa a punto dopo un lungo e dettagliato lavoro condotto da tutte le Associazioni e da ABI e necessita ancora di una sua stesura formale che avverrà nei prossimi giorni, in vista della firma ufficiale prevista per il prossimo 2 maggio.

In una nota le associazioni Consumatori coinvolte (Adiconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Lega consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Unione nazionale consumatori) hanno precisato che: "Nella giornata di ieri, 17 aprile, è stata inviata una proposta conclusiva all’Abi in tema di penali per estinzione anticipata dei mutui, proposta che l’Associazione bancaria ha discusso durante il suo comitato Esecutivo odierno. Tale proposta sarà discussa in un prossimo incontro ancora da fissare , comunque prima del 2 maggio p.v.. Pertanto nella giornata odierna non si è svolto alcun incontro tra associazioni consumatori e Abi né tantomeno è stato sottoscritto alcun accordo".

Comments are closed.