MUTUI. Piano famiglie, da febbraio a settembre 31mila i beneficiari

Sono 31mila le famiglie italiane che tra febbraio e settembre 2010 hanno beneficiato della sospensione del mutuo, come previsto dall’Accordo siglato tra l’Abi e le Associazioni dei consumatori lo scorso dicembre. Le banche hanno sospeso mutui per 4 miliardi di euro e ogni famiglia coinvolta avrà a disposizione in media 6.300 euro in più. Sono i dati del monitoraggio sulla sospensione dei mutui, secondo cui la soluzione più frequente per le operazioni di sospensione ha riguardato l’intera rata (88% dei casi).

La causa più frequente che ha determinato la necessità di ricorrere a questa opportunità nelle posizioni "in bonis" (senza ritardi nei pagamenti) è stata la cessazione del rapporto di lavoro subordinato. Stessa causa anche per le posizioni con ritardo nei pagamenti. Guardando alla geografia, il maggior numero di domande ammesse è al Nord con il 53,1%, segue il Centro (25,7%), infine Sud e Isole (21,2%).

L’Abi ricorda che ad oggi hanno offerto condizioni migliorative rispetto all’Accordo ben 172 banche, rappresentative del 64% del mercato. Il Piano è partito il 1° febbraio e i clienti potranno presentare richiesta per attivare la sospensione fino al 31 gennaio 2011, con riferimento ad eventi accaduti dal gennaio 2009 al 31 dicembre 2010.

 

Comments are closed.