MUTUI. Portabilità, MDC Ascoli: “Attenzione alle spese addebitate”

Massima attenzione nell’esaminare le voci di spesa che vengono addebitate nel caso di estinzione anticipata e portabilità dei mutui immobiliari: non tutte le banche stanno dando piena e spontanea attuazione alle novità in materia. L’invito arriva dalla sede di Ascoli Piceno del Movimento Difesa del Cittadino (MDC), che segnala il caso di una propria associata che si è avvalsa delle nuove norme introdotte dal Decreto Bersani in tema di portabilità dei mutui, tecnicamente definita surrogazione.

Dopo aver riscontrato la maggiore convenienzadelle condizioni praticate da un altro istituto di credito cittadino, la cliente ha deciso di trasferire il mutuo immobiliare sulla prima casa presso un’altra banca. Purtroppo, ad operazione conclusa le è stato comunicato un addebitato di 400 euro a titolo di spese per "cancellazione ipoteca".

"L’articolo 8 del decreto Bersani(Decreto Legge 7/07) – ricorda l’associazione – prevede espressamente che la nuova banca subentri nelle garanzie già prestate dal cliente; inoltre, la conseguente annotazione nei Registri Immobiliari viene effettuate senza formalità e comunque nessun onere deve gravare sul cliente". MDC, pertanto, ha inoltrato un reclamo al locale istituto di credito per ottenere l’immediata restituzione della somma.

Comments are closed.