MUTUI. Portale del Consumatore: trasferimento gratuito? Un miraggio

Come salvarsi dal caro mutuo? Certo non contando sul "miraggio del trasferimento gratuito". Questo almeno secondo i risultati dell’inchiesta del Portale del Consumatore, portale della Regione Lazio dedicato ai consumatori, che indica piuttosto la strada della rinegoziazione e della sostituzione del mutuo. Lo riferisce il sito in un comunicato.

Nessuna commissione o onere a carico del cliente dice la legge Bersani, e la Finanziaria 2008 ribadisce, ma per chi vuole trasferire il mutuo a costo zero da un istituto di credito a un altro, per beneficiare di tassi e condizioni migliori, deve fare i conti con gli oneri notarili e altre spese.

Tra gli istituti di credito interpellati dal Portale sulle misure varate per la surroga, "tre colossi del mercato prendono tempo". L’inchiesta ha messo in luce come "nonostante la norma (n° 40/2007) sia in vigore già dall’aprile 2007 le banche non siano ancora in grado di offrire prodotti ad hoc".

"Unicredit, Bnl e Intesa-Sanpaolo – spiega il comunicato – dichiarano di essere ancora ferme: stanno definendo le condizioni della portabilità del mutuo alla luce delle indicazioni ribadite dalla Finanziaria. Più veloci, Banca Sella e Ing Direct si dicono pronte alla surroga, ma tra i costi a carico del cliente continuano a contemplare le spese notarili. Ad alimentare la confusione contribuiscono le proposte di Monte dei Paschi di Siena e Carige, che prevedono persino le spese di istruttoria, non ammesse nella procedura di surroga".

Quali allora le strade da seguire per le 530 famiglie che secondo i dati del Censis sono a rischio insolvenza? Il Portale del Consumatore indica quella della "rinegoziazione", ovvero la modifica del tasso e della durata del prestito allo scopo di ridurre la rata, restando con la stessa banca. Su questo fronte "qualcosa si muove", si moltiplicano le adesioni all’appello lanciato da Cittadinanzattiva nei mesi scorsi. Dopo Unicredit e Monte dei Paschi di Siena, che per primi hanno annunciato la rinegoziazione senza spese per i loro clienti, li stanno seguendo molti altri istituti. L’operazione è senza costi.

"Inoltre – aggiunge il Portale – un mutuo può essere sostituito. Sono stati, così, selezionati 8 mutui di sostituzione tra i più convenienti. Questo prodotto è studiato ad hoc per trasferire il prestito a una nuova banca e consente di modificare non solo la durata e il tipo di tasso, ma anche l’importo del finanziamento".

"La surroga – ha dichiarato nel comunicato l’assessore alla Tutela dei consumatori, Mario Michelangeli – potrebbe essere un aiuto importante per le numerose famiglie che si trovano ad affrontare rate altissime, così come l’istituzione di un fondo di solidarietà, previsto dalla finanziaria 2008, che dà la possibilità di sospendere, fino a un massimo di 18 mesi, il pagamento delle rate del prestito a chi si trova in particolare difficoltà economica."

"È necessario – ha concluso Michelangeli – affrontare il problema legato all’emergenza abitativa in maniera concreta, magari investendo di più nell’edilizia pubblica, prevenendo situazioni al limite come quella della forte pressione economica che tante famiglie sono costrette a fronteggiare ogni mese per le rate del mutuo".

Comments are closed.