MUTUI. Rinegoziazione, Abi: “Cinquantamila famiglie hanno aderito alla convenzione”

Circa 50.000 i clienti, alla fine di novembre 2008, hanno deciso di sfruttare le opportunità di rinegoziazione della Convenzione tra il Ministero dell’Economia e l’Associazione bancaria stabilizzando così le proprie uscite mensili. Lo comunica l’Abi che aggiunge: " Il controvalore dei mutui rinegoziati con tale modalità è pari ad oltre 5 miliardi di euro". Secondo l’Associazione appare raggiunto, pertanto, il risultato atteso di un’iniziativa pensata per dare sostegno alle famiglie in difficoltà con il pagamento delle rate del mutuo a causa dell’andamento dei tassi di interesse sui mercati finanziari internazionali.

Alle 50.000 famiglie che hanno optato per la rinegoziazione in base alla Convenzione tra l’Abi e il Ministero dell’Economia, inoltre, vanno aggiunte le circa 130.000 operazioni di rinegoziazione individuale effettuate a partire dal 2007 e le oltre 15.000 operazioni di portabilità realizzate da giugno 2008. Ciò significa che dall’inizio della crisi dei mercati finanziari, circa 195.000 famiglie hanno trovato una soluzione adeguata al proprio mutuo cogliendo le varie opportunità presenti sul mercato.

Intanto, secondo il Bollettino mensile dell’Associazione Bancaria, continua a diminuire il tasso di interesse sui mutui alle famiglie per l’acquisto di abitazioni che a novembre 2008 si attesta al 5,50%, toccando il minimo da giugno 2007. In particolare, segnala il bollettino mensile dell’Abi, i nuovi finanziamenti alle societa’ non finanziarie hanno registrato un tasso medio del 4,81% come non accadeva da maggio 2007, mentre quello sui prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazione e’ risultato pari al 5,5% ritornando sui livelli di giugno dell’anno scorso. La riduzione rispetto a ottobre e’ risultata pari rispettivamente allo 0,97% e allo 0,26%. Il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti a famiglie e imprese si e’ collocato al 6,45%, con una riduzione di 11 punti base rispetto a ottobre ma ancora 36 punti base sopra il valore di novembre 2007. Scende anche il tasso sui depositi in euro che si e’ posizionato a novembre al 2,25% contro il 2,3% di ottobre. Il tasso medio della raccolta bancaria da clientela si e’ collocato invece al 3,32%, affronte del 3,37% del mese prima e del 2,91% di novembre 2007.

Comments are closed.