MUTUI. UNC: difficile scorgere vantaggi per i consumatori

"Bene il decreto sui mutui a patto che non diventi una nuova occasione di profitto per le banche" Lo dichiara Massimiliano Dona, segretario generale dell”Unione Nazionale Consumatori. Se è vero – prosegue Dona- che le rate diventeranno di importo fisso è altrettanto vero che tutto quello che il mutuatario non pagherà ora lo pagherà dopo, cioè alla scadenza, con interessi su interessi e con l’aggravio di ulteriori commissioni a beneficio delle banche.

Per garantire un intervento legislativo davvero favorevole ai consumatori – conclude Dona- è necessaria la partecipazione delle Associazioni dei consumatori alla stipula della convenzione fra Governo ed Abi, vale a dire all’accordo che dovrà definire l’attuazione, nel concreto, del decreto. Solo in questo modo si potrà garantire che l’iniziativa non si limiti a mettere nel congelatore i problemi che poi torneranno a ripresentarsi in forma ancora più dolorosa per le tasche dei cittadini.

 

Comments are closed.