Mutui, da MPS rinegoziazione a costo zero

Il Gruppo Mps ha varato una politica che permette ai mutuatari di rivedere, senza costi amministrativi e bancari, le condizioni principali dei finanziamenti già sottoscritti: dall’allungamento della scadenza alla revisione del tipo di tasso. Tra queste la proroga del periodo di ammortamento che consente di ridurre significativamente la rata del mutuo, anche di diverse centinaia di euro al mese. Inoltre, tutte le possibilità di rinegoziazione sono fruibili semplicemente attraverso uno scambio di corrispondenza che non comporta alcun costo notarile o di istruttoria. Il Gruppo Mps si è anche impegnato a fornire risposta certa al cliente entro dieci giorni lavorativi dalla presentazione della relativa domanda.

La decisione è stata presa nell’ambito del Consumer Lab, il laboratorio costituito dal Gruppo Mps insieme alle principali associazioni dei consumatori. Nei giorni scorsi il laboratorio è stato impegnato ad esaminare una strategia per risolvere le difficoltà delle famiglie italiane derivanti dalla recente crescita dei tassi sui mutui e a seguito delle numerose richieste di rimodulazione delle rate.

Aprezzamento è stato espresso dai rappresentanti dei consumatori, secondo quanto si apprende da una nota del gruppo bancario. In particolare, le associazioni hanno espresso attenzione ed apprezzamento sulla strategia presentata dal Gruppo MPS e hanno richiesto di fornire al cliente la massima informativa e trasparenza sugli importi di rata e capitale residuo che scaturiscono dalla nuova operazione proposta, richiesta che il Gruppo Mps si è impegnato ad accogliere

Comments are closed.