NO PROFIT. Piemonte, Consiglio Regionale approva disciplina per associazioni di promozione sociale

Il disegno di legge "Disciplina delle associazioni di promozione sociale", presentato dall’assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Gianni Oliva, è stato approvato dal Consiglio regionale martedì 31 gennaio. La legge dà attuazione nella nostra regione, con importanti interventi migliorativi, alla legge statale n. 383/2000 che riconosce alle associazioni di promozione sociale una serie di vantaggi di natura gestionale, patrimoniale, creditizia, tributaria.

La legge istituisce un Registro regionale delle associazioni di promozione sociale, che si articola in una sezione regionale e in sezioni provinciali, e un Osservatorio per l’Associazionismo di promozione sociale, che svolge un ruolo di monitoraggio delle azioni di sostegno alle associazioni. L’iscrizione al Registro è condizione indispensabile per ottenere i benefici della legge statale (partecipazione a bandi nazionale ed accesso ad eventuali bandi dell’Unione Europea) e per stipulare convenzioni con gli Enti Locali.

La legge prevede, inoltre, la costituzione di un fondo per l’abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti per l’acquisto, la costruzione, la ristrutturazione, la messa a norma delle sedi delle associazioni e un fondo di anticipazione finalizzato ai progetti che si realizzano con il contributo degli Enti Locali.

In base alle disposizioni di legge saranno concessi contributi alle associazioni per l’acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, automezzi, software legati sia alle attività ordinarie sia alla realizzazione di progetti mirati. Con il contributo della Regione e degli Enti Locali sono previste in fine attività di aggiornamento e formazione degli aderenti alle associazioni di promozione sociale.

Comments are closed.