OGM. Coldiretti: no al supersalmone transgenico

E’ un salmone il primo animale geneticamente modificato che potrebbe finire presto sulle tavole degli americani. La Food and Drug Administration, l’autorità Usa che sorveglia la sicurezza di medicinali e alimenti, ha annunciato un periodo di consultazioni di 60 giorni al termine del quale ci sarà una decisione sull’entrata in commercio del pesce geneticamente modificato. . Il processo potrebbe durare meno di un anno e, nel caso di assenso della Fda, il salmone sarebbe venduto entro i prossimi 18 mesi.

Secondo un’indagine condotta da Coldiretti/Swg, quasi 3 italiani su 4 sono contrari al supersalmone transgenico considerato meno salutare rispetto a quello tradizionale. "Di fronte ad una escalation nell’applicazione delle biotecnologie al regno animale, con modificazioni genetiche e clonazioni, occorre intervenire tempestivamente – sottolinea la Coldiretti – con un adeguamento delle normative comunitarie per impedire l’importazione di questa preoccupante novità di cui non si sente certamente il bisogno".

Comments are closed.