OGM. La Cia propone: 500mila ettari di terreno per produrre mangimi animali non modificati

Il presidente della Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, Giuseppe Politi ha lanciato la proposta di destinare cinquecentomila ettari di terreno per la produzione di mangimi animali Ogm-free nell’ambito di un Piano Ue che prevede una rinnovata disponibilità di proteine vegetali per l’alimentazione animale. In particolare "l’avvio di una trattativa per arrivare ad un accordo di filiera in Emilia Romagna per il Parmigiano Reggiano -ha sottolineato Politi – rappresenta un significativo passo in questa direzione". Il coinvolgimento di organizzazioni dei produttori di cereali, di foraggio e di latte, e delle confederazioni agricole e cooperative è infatti volto ad assicurare la disponibilità di mangimi garantiti per l’alimentazione dei bovini da latte nei procedimenti di produzione del Parmigiano.

Questo progetto contituisce una scelta da estendere e da sviluppare sia in ambito nazionale che europeo. Secondo la CIA è necessario dotare l’intera unione di un effettivo Piano strategico che consenta di competere economicamente nel contesto internazionale e a questo scopo, fin dalle prossime settimane, sarà confrontato il progetto a livello comunitario, sviluppando un’ampia e articolata discussione.

Comments are closed.