OGM. MC ribadisce contrarietà: “Non fanno parte della nostra cultura alimentare”

"Gli Ogm non fanno parte della nostra cultura alimentare". È quanto sostiene il Movimento Consumatori che ribadisce la sua contrarietà agli organismi geneticamente modificati, sia nell’agricoltura sia sulle tavole degli italiani. Gli stessi cittadini sono contrari. "Ci chiediamo – sostiene Rossella Miracapillo, responsabile dell’Osservatorio Farmaci & Salute del Movimento Consumatori – che senso abbia spingere su questa nuova produzione se nel nostro Paese abbiamo un’agricoltura che per cultura e per tradizione è lontanissima da questo tipo di sperimentazione. L’agricoltura in Italia ha, invece, necessità di sostegno per l’incremento della filiera corta, per la promozione, più che mai, dei prodotti tipici locali. Il Governo dovrebbe quindi agire su questi fronti che garantiscono qualità, sicurezza e risparmio ai consumatori. Gli Ogm ci fanno paura. E crediamo fermamente che non ci siano valide ragioni per il loro utilizzo".

Comments are closed.