OGM. Parlamento austriaco si schiera contro la patata Amflora

Il Parlamento austriaco ha adottato all’unanimità un atto formale attraverso il quale si incarica il Ministero della Salute di predisporre un atto normativo specifico volto a vietare la coltivazione della Patata Amflora sul territorio austriaco appellandosi alla cd clausola di salvaguardia.
Le motivazioni addotte a tale richiesta sono:

1- il Commissario alla salute ha ignorato quanto detto dall’Organizzazione mondiale per la Santità, consentendo di coltivare una pianta che contiene al suo interno un gene resistente antibiotico importante nella lotta alla tubercolosi.
2- Il Commissario europeo per la salute, ha anteposto gli interessi di imprese produttrici di patate alla salute umana, da qua si evince che il bene del settore industriale sta più a cuore di quello dei cittadini.
3- la coltivazione della patata Amflora non è necessaria in quanto vi sono varietà convenzionali che hanno le stesse caratteristiche.
4- Sul produttore graveranno costi supplementari per i test e anche per i controlli preliminari.

Il 2 marzo scorso, l’Unione Europea ha autorizzato la coltura delle patata OGM Amflora a fini industriali, come la produzione di carta, e l’utilizzo dei prodotti derivati dall’amido di questa patata come mangimi per animali.

Comments are closed.