OGM. Riso geneticamente modificato da USA: in Italia test positivi

Anche l’Italia è stata raggiunta dal riso contaminato con gli organismi geneticamente modificati LLRICE601. Dopo la notizia del riso contaminato trovato dalle autorità olandesi nel porto di Rotterdam, e alla raccomandazione della Commissione europea di condurre gli opportuni test di verifica in tutti gli stati membri, il Centro nazionale di referenza per la ricerca degli OGM ha infatti comunicato oggi che sugli 8 campioni analizzati 4 sono risultati positivi, 1 campione è risultato negativo e gli altri 3 campioni sono ancora sotto analisi.

Il Sottosegretario di Stato Gian Paolo Patta ha dichiarato: "Su segnalazione delle Autorità diplomatiche degli Stati Uniti d’America al Ministero della Salute sono stati individuati e posti sotto controllo dai Carabinieri del NAS partite di riso provenienti dalle produzioni nordamericane sospettate di avere una presenza di riso geneticamente modificato LLRICE601. Il Ministero della Salute ha disposto, quindi, i campionamenti delle partite bloccate e l’effettuazione di analisi presso i laboratori del Centro nazionale di referenza per la ricerca degli OGM, costituito nell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Lazio e della Toscana" .

"Delle 12 partite di riso – continua Patta – introdotte nel territorio nazionale ne sono state controllate otto, in quanto le restanti 4 partite erano state già lavorate e spedite all’estero. Il Centro nazionale di referenza per la ricerca degli OGM ha comunicato oggi che sugli 8 campioni analizzati 4 sono risultati positivi a LLRICE601, 1 campione è risultato negativo e gli altri 3 campioni sono ancora sotto analisi".

Il Sottosegretario ha aggiunto, inoltre, "che tutte le partite di riso sospetto importato dall’estero sono state controllate e bloccate e che il riso delle partite analizzate sarà ritirato dal mercato e distrutto o rimandato nel paese di produzione. Allo stato attuale la rete degli Uffici periferici del Ministero della Salute deputati al controllo ufficiale degli alimenti in importazione sta mettendo in atto le misure di emergenza stabilite dalla Decisione comunitaria 2006/601/CE a tutela delle produzioni nazionali di riso, indenni da OGM, e dei consumatori".

Sarà chiarito – dicono dal dicastero – nei prossimi giorni, in accordo con l’Unione Europea, come ottenere il rispetto non formale delle procedure previste dalla legislazione europea da parte dei Paesi che esportano riso all’interno della UE.

 

Comments are closed.