OGM. Soglia di tolleranza nel bio, il sì della Camera

Via libera della Commissione agricoltura della Camera dei Deputati alla risoluzione per la "tolleranza zero" nel biologico. Il Governo dovrà così attivarsi presso l’Unione Europea riaffermando il Principio di Precauzione. Una risoluzione vista dagli agricoltori della Cia come "Un atto importante per il quale va tutto il nostro apprezzamento.. In questo modo si garantisce la qualità e la tipicità delle produzioni e si salvaguarda la biodiversità dell’agricoltura italiana che non ha bisogno di Ogm". "Si tratta – ha detto il presidente Giuseppe Politi – di una risoluzione che condividiamo pienamente ed essa può essere un’arma in più per contrastare la proposta di riforma Ue del regolamento sull’agricoltura biologica che prevede una soglia dello 0,9 per cento da contaminazione Ogm. Un regolamento -ha aggiunto il presidente della Cia- contro il quale c’è stata una ferma mobilitazione in Europa alla quale abbiamo aderito firmando un ‘manifesto appello’ affinché venga preservato il diritto degli agricoltori e dei consumatori a produrre e a mangiare cibi biologici completamente privi di organismi geneticamente modificati. Prerequisito fondamentale per un’agricoltura sostenibile, per la competitività dei mercati, per la sovranità alimentare".

Soddisfatto anche Andrea Ferrante, Presidente dell’Associazione Italiana Agricoltura Biologica: "Il Si bipartisan della Camera rappresenta un’importante conferma della posizione italiana che rivendica un modello agricolo senza gli Ogm. Questa risoluzione dovrà essere di sprono per il Governo a rafforzare le alleanze a livello europeo, con l’obbiettivo di non ammettere alcuna contaminazione del biologico da parte degli Ogm".

Comments are closed.