OGM. Trovato in Olanda riso contaminato. Coldiretti chiede più controlli

Le autorità olandesi hanno comunicato all’Unione Europea che le analisi di laboratorio effettuate su due partite di riso arrivate dagli Stati Uniti nel porto di Rotterdam, certificate non-ogm, sono risultate positive, secondo quanto riferito dal portavoce Ue alla Salute Philip Tod. Lo si apprende da una nota di Coldiretti che afferma: "Occorre rispondere all’allarme lanciato dalla Commissione Europea intensificando l’attività di controllo a livello comunitario e nazionale per bloccare tutte le importazioni di riso dagli Stati Uniti a rischio di contaminazione da organismi geneticamente modificati".

"Si tratta – sottolinea la confederazione – di un episodio di eccezionale gravità che si aggiunge al colpevole ritardo delle autorità statunitensi nel fornire informazioni adeguate sulle partite di riso contaminate con Ogm Liberty Link 601 non autorizzato prodotto della CropScience, divisione agrochimica di Bayer e che sono state riscontrate tra l’altro in punti vendita di Francia, Svezia, Germania, Austria e Gran Bretagna. Di fronte al mancato rispetto della giusta decisione della Commissione Europea di richiedere una certificazione sull’assenza di contaminazioni da Ogm sulle importazioni di riso è pertanto necessario adottare tutte le misure di controllo e precauzione per impedire che finisca sulle tavole dei consumatori un prodotto non autorizzato con rischi per la salute e l’ambiente.

Comments are closed.