OGM. Ue: “Più collaborazione con Stati e autorità scientifiche”. Il commento di Legambiente

Il commissario europeo alla Sanità e alla protezione dei consumatori, Markos Kyprianou e il commissario europeo all’ ambiente Stavros Dimas hanno oggi avanzato un invito a stringere più collaborazioni con le autorità scientifiche nazionali degli Stati membri e a tenere in maggior considerazione le loro opinioni in tema di Ogm.

"Un richiamo sacrosanto quello dei commissari europei, Dimas e Kyprianou, atteso da tempo". Così ha commentato l’intervento dei due commissari il suo direttore generale di Legambiente, Francesco Ferrante che ha aggiunto: "Quello che chiediamo noi in qualità di consumatori e cittadini europei è che vengano sospese le richieste di autorizzazione pendenti di prodotti gm affinché vengano rivalutati alla luce dei criteri scientifici più rigidi proposti oggi dalla Commissione in modo da impedire di immettere sul mercato prodotti dannosi per la salute e l’ambiente.

"Inoltre – ha concluso Ferrante – chiediamo che venga posta una moratoria alle coltivazioni gm fin quando l’Europa non avrà una normativa comunitaria per regolare la coesistenza tra le varie colture ed impedire la contaminazione genetica delle coltivazioni biologiche e convenzionali, riconoscendo il diritto delle regioni di istituire aree ogm-free".

Comments are closed.