OGM. Ue ribadisce no al mais mon810 in Ungheria. Plauso di Legambiente

Bruxelles. Il Consiglio dei Ministri europei ha ribadito il divieto di coltivare mais mon810 in Ungheria. La decisione è giunta oggi, in seguito alla richiesta della Commissione Europea, la quale aveva invece proposto l'abolizione del veto ungherese al mais OGM. "Ancora una volta – afferma Legambiente – l'Europa dice no alla coltivazione transgenica per privilegiare l'agricoltura di qualità". La condotta dei Ministri europei prosegue dunque la linea politica avviata con la decisione dello scorso dicembre, quando era stata avallata la richiesta dell'Austria di mantenere in vigore le misure di salvaguardia nazionale su due varietà di mais geneticamente modificato. Si tratta di "un chiaro e forte no alla coltivazione OGM in Europa, – dichiara Legambiente – in attesa di norme rigide sulla coesistenza che riconoscano il diritto delle regioni europee a istituire zone OGM free".

 

Comments are closed.