OSSERVATORIO. Banche-clienti: i maggiori reclami sui conti correnti. Ecco come scegliere i migliori

I conti correnti sono i principali motivi di contenzioso tra Banche e cittadino. Alla base dei dissapori vi sono, spesso, anche ragioni legate alla scarsa chiarezza tra le parti, che creano incomprensioni difficilmente appianabili. Da parte degli istituiti è giusto richiedere maggior tutela alla persona, quest’ultima dovrebbe investire un po’ di tempo e impegno in più per informarsi sui propri affari, approfittando anche dei servizi di guida offerti dal web, dove è possibile confrontare i conti correnti per valutare vantaggi e svantaggi che ognuno di essi propone.

La Banca d’Italia ha recentemente presentato il primo rapporto dell’Arbitro Bancario e Finanziario, l’ente preposto alla risoluzione delle controversie extragiudiziali tra clienti, banche e altri intermediari. Dal documento emerge che il principale oggetto della discordia sono i conti correnti, protagonisti del 21,6% dei ricorsi presentati dai consumatori. In particolare, l’Arbitro ha più volte ribadito agli istituti di credito i loro obblighi di trasparenza e correttezza nei confronti dei clienti: per esempio, è stato dichiarato illegittimo l’addebito al cliente di spese che non erano contemplate nell’ultimo documento di sintesi trasmesso alla data cui si riferisce l’operazione.

Se da una parte è necessario un maggiore impegno da parte degli istituti di credito per tutelare la clientela contro operazioni scorrette e costi troppo elevati, dall’altra anche i consumatori devono tenersi costantemente informati sulle novità relative ai prodotti finanziari, cercando di orientare la scelta sui quelli più adatti alle proprie esigenze. Un aiuto in questa direzione può arrivare dai comparatori online come Supermoney, il portale che mette a confronto i conti correnti di numerose banche e permette di selezionare il più vantaggioso, fornendo all’utente tutti i dati fondamentali per una scelta consapevole. Vediamo alcune tra le proposte attualmente più interessanti sul mercato. Fino al 30 giugno il conto ZeroZeroUBI di UBI Banca offre una promozione che prevede, per i nuovi clienti che aprano un conto corrente e scelgano un certificato di deposito vincolato a 9 mesi (importo minimo: 10 mila euro), un rendimento del 3% lordo sulle somme depositate. Chi vuole risparmiare sull’imposta di bollo può attivare Conto Arancio di ING Direct: la banca sconta questa imposta ai clienti che addebitano stipendio o pensione sul conto corrente, o che hanno una giacenza media di almeno 3 mila euro. Infine, chi cerca un compromesso tra banca tradizionale e online può affidarsi al Conto Corrente di Che Banca!, che permette di gestire i propri soldi sul web ma prevede anche le operazioni gratuite in filiale.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.