OSSERVATORIO. Banche, mutui e soglie di usura

Numerosi italiani scelgono di accendere un mutuo per acquistare casa. Nel momento in cui ci accingiamo a scegliere un finanziamento è bene tenere conto dei tassi d’interesse che incidono sull’importo delle rate mensili. Per individuare una soluzione adeguata alle nostre possibilità ed evitare situazioni di difficoltà una valida opportunità deriva dalla valutazione delle varie offerte sul mercato, scegliere i migliori mutui del momento a confronto ci agevolerà nell’individuare in pochi minuti il finanziamento più adeguato.

Per tutelare i consumatori la Banca d’Italia effettua rilevazioni trimestrali sui tassi di interesse medi praticati per diversi tipi di operazioni bancarie, compresi i mutui, e sulla base dei quali indica i livelli che non bisogna superare per non raggiungere le soglie di usura. Per determinare tali soglie si aggiunge un sovrapprezzo del 50% ai tassi di interesse medi rilevati. Secondo gli ultimi dati comunicati a fine dicembre dalla Banca d’Italia e validi fino al 31 marzo 2011 il limite oltre il quale i tassi bancari vengono ritenuti usurari è del 4,02% per i contratti a tasso variabile e del 6,29% per quelli a tasso fisso.

Si tratta di valori effettivamente molto bassi perché rilevati in un momento in cui Euribor (per i variabili) e Irs (per i fissi) avevano dei valori minimi. Ora la questione sul rischio attualmente sentito delle Banche risiede proprio nello scollamento temporale di 4-6 mesi fra il rilevamento dei tassi usurai e il relativo periodo di applicazione.

Per capire basta considerare che se ad agosto 2010 l’Irs a 20 anni (indice di riferimento per fissare la rata dei nuovi mutui a tasso fisso) raggiungeva il 2,7% , attualmente l’indice è al 3,80% e se a questo valore si aggiungono lo spread, il ricarico dell’istituto bancario che spesso va oltre il 2%, e le spese di istruttoria e di perizia, il risultante Taeg (tasso annuo effettivo globale) che vale per il conteggio del tasso di usura, raggiunge un valore non poi così lontano dalla soglia imposta.

È importante informarsi bene quando si sottoscrive un nuovo mutuo su tutti gli oneri del finanziamento e sul TAEG effettivo che bisognerà pagare, tenendo conto della propria capacità di rimborsare il debito. Supermoney offre a tal proposito un utile servizio per comparare i migliori mutui casa offerti dagli istituti di credito sulla base delle proprie esigenze.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.