OSSERVATORIO. Bankitalia, mutui in aumento: +12% nel 2010

I mutui sono prodotti molto utili al fine di ottenere la liquidità necessaria ad acquistare casa, numerosi risparmiatori confidano nell’erogazione del credito delle banche al fine di investire nel mattone. Per comprendere come orientarsi nell’ambito del mercato creditizio è possibile informarsi sui mutui prima casa prendendo in considerazione finanziamento a tasso fisso e a tasso variabile e selezionando poi le opzioni più adeguate alle nostre personali esigenze.

Per la prima volta negli ultimi due anni Bankitalia rileva un aumento nell’erogazione dei mutui alle famiglie per l’acquisto di casa: nel 2010 sono stati concessi finanziamenti per 57 miliardi di euro, il 12% in più rispetto all’anno precedente. Crescono anche le richieste di mutuo, che nel 2010 hanno fatto registrare un +3,4%; una tendenza che sembra proseguire anche nel 2011, con un ulteriore aumento del 4% nei primi mesi dell’anno.

 

Circa l’80% dei nuovi mutui erogati nel corso del 2010 sono stati a tasso variabile; sono inoltre raddoppiate le erogazioni di mutui con “cap” (pari al 23% del totale) e di quelli che permettono di aumentare la durata o di sospendere temporaneamente i pagamenti senza dover pagare penali e costi aggiuntivi (questi rappresentano il 26% del totale).

 

Per scegliere il finanziamento più adatto alle proprie esigenze si può utilizzare il servizio di confronto mutui di Supermoney, il portale che consente di valutare le offerte di quaranta banche selezionando quella più vantaggiosa. Proviamo a richiedere un mutuo prima casa ventennale di 100 mila euro, per un immobile che ne valga 150 mila, da parte di un lavoratore a tempo indeterminato con un reddito netto di duemila euro al mese: tra i mutui a tasso variabile il più vantaggioso è mutuo variabile Che Banca!, con un taeg del 2,70% e una rata di 533 euro al mese; chi preferisce il tasso fisso può affidarsi a mutuo fisso Che Banca!, che ha un taeg del 4,98% e una rata mensile pari a 646 euro.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.