OSSERVATORIO. Carte di credito prepagate, ecco le migliori dell’estate per i giovani

A pochi giorni dal tradizionale esodo estivo, gli italiani sono alle prese con gli ultimi preparativi prima del viaggio. Anche quest’anno saranno tanti coloro che ai contanti preferiranno i sistemi di pagamento elettronico, riducendo così i rischi di girare con troppa liquidità. Ancora di più saranno poi i ragazzi che, in vacanza studio o in viaggio all’estero, porteranno con loro una prepagata per ogni evenienza. Confrontare le varie prepagate o, in alternativa, le carte di credito sul mercato, può dare una mano ai più giovani che si accingono a partire. E noi proviamo a dare una mano a compiere il paragone.

“Le soluzioni sono molteplici – spiega Bruno Iambrenghi Business Development Manager di Supermoney – per evitare di portarsi appresso del denaro contante ci sono i tradizionali travellers’ cheque, ma anche i bancomat e le carte di credito. Il sistema più congeniale però per viaggiare tranquilli e sicuri sono le carte prepagate: i rischi sono limitati, si possono ritirare immediatamente presso gli sportelli bancari o postali, spesso sono ricaricabili anche da terzi e permettono di fare acquisti in tutto il mondo nei negozi che espongono il marchio Cirrus/Maestro o Matercard”.

La carte prepagate sono, in effetti, le più indicate per i giovani anche perché non richiedono la titolarità di un conto corrente, di cui spesso gli under 20 (e oltre) sono sprovvisti. Né sarebbe la soluzione più pratica aprirne uno soltanto per  un soggiorno di una settimana, per poi ritrovarsi a gestirne i costi di mantenimento senza neanche percepire un salario mensile o comunque poter disporre di flussi costanti di entrate.

Grazie al sistema di confronto delle carte di credito di Supermoney abbiamo stilato una classifica delle prepagate più convenienti per i giovani, selezionandole tra le offerte di 19 operatori del settore. Ecco il podio.

La prima carta prepagata in ordine di convenienza è carta IW Bag di IWBank. Ricaricabile fino ad un importo massimo di 3mila euro è sicura in quanto non è collegata al conto corrente, il rischio di frode è limitato alla somma caricata e in caso di furto o smarrimento della carta è possibile ottenere il rimborso. È collegata al circuito internazionale VISA Electron, la commissione ricarica tramite sito IWBank è di 0,75 euro, si possono prelevare fino a 500 euro al giorno, non ha canoni annuali né spese di emissione, l’unico neo è che è disponibile solo per i correntisti IWBank.

La seconda carta prepagata in ordine di convenienza è Carta Flash di Intesa Sanpaolo. Emessa al costo di 4,90 euro può essere ricaricata (anche da terzi) fino a un massimo di 5mila euro e il limite di prelievo giornaliero presso sportelli automatici è di 500 euro. Utilizzabile in Italia e all’estero sia per fare acquisti presso i negozi convenzionati con i circuiti Maestro e Cirrus che per prelevare denaro contante presso gli sportelli automatici, non prevede canoni annuali e le spese di ricarica variano molto a seconda del sistema utilizzato: da 1 euro per ricariche in una filiale del gruppo Sanpaolo con versamento in contanti, ai 2 euro per ricariche online con carte di credito emesse da altre banche, fino a un massimo di 2,50 euro per ricariche in filiale con addebito corrente.

Sul terzo gradino del podio traviamo la carta prepagata più utilizzata in Italia Postepay Standard di BancoPosta. Adatta a chi non ha un conto corrente, permette di acquistare online e in tutto il mondo negli esercizi commerciali che espongono il marchio VISA e VISA Electron. Ricaricabile fino a un massimo di 3mila euro prevede un canone di attivazione pari a 5 euro e costi di ricarica di un euro.

Comments are closed.