OSSERVATORIO. Casa, debole il mercato immobiliare

La cronicizzazione della crisi immobiliare viene sancita anche dai dati di settore. Si vendono meno case e, di conseguenza, diminuiscono gli impiegati nell’immobile, si abbassano i prezzi delle abitazioni e decresce il numero di mutui stipulati. Nel frattempo si intensifica il movimento intorno ai portali che permettono di porre i mutui a confronto fra loro nella ricerca di quello più conveniente, dato che i denari scarseggiano sempre di più e tagliare le spese fisse diventa prioritario.

L’inchiesta trimestrale di Tecnoborsa, Banca d’Italia, e Agenzia del Territorio fa il punto sul mercato immobiliare italiano nel secondo trimestre 2011, analizzando il punto di vista degli agenti. Cresce dal 44,2 al 46,8% la quota di agenti che segnala una diminuzione dei prezzi, mentre è minima la percentuale di chi indica un aumento delle quotazioni. Resta invariato il numero di agenzie che tra aprile e giugno ha venduto almeno un immobile (69,3%): questa percentuale risulta in flessione nel Nord Italia e in crescita nelle regioni del Centro.

Nel secondo trimestre 2011 si registra una diminuzione degli incarichi a vendere: tra le motivazioni, molti operatori indicano le richieste troppo elevate da parte dei venditori (65,5% a fronte del 64,2% della rilevazione precedente), l’attesa da parte degli acquirenti di prezzi più favorevoli (21,9% contro 20,8%) e la difficoltà ad ottenere un mutuo (51,9% contro 49,6%).

Chi è interessato ad un acquisto immobiliare ma non sa come muoversi per trovare il mutuo migliore, può rivolgersi al servizio per il confronto mutui di SuperMoney, che permette di valutare le offerte di 40 banche e di trovare la soluzione più vantaggiosa. Per esempio, per ottenere un mutuo di 150 mila euro (valore immobile 200 mila), da restituire in 25 anni, l’offerta più conveniente è mutuo arancio di ING Direct: il tasso variabile ha una rata iniziale di 689 euro (taeg 2,76%), il tasso fisso ha una rata di 822 euro mensili (taeg 4,47%). Tra i mutui a tasso variabile, altre opzioni interessanti sono mutuo CheBanca!, o mutuo acquisto IWbank, mentre chi preferisce il fisso può valutare mutuo IWBank, Monte dei Paschi di Siena o mutuo Cariparma.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.