OSSERVATORIO. Casa, un proprietario su due mira alla riqualificazione energetica

Il portale di annunci immobiliari Casa.it ha rivelato che italiani sono sempre più attenti al risparmio energetico, il 50% dei proprietari di immobili ha in progetto una riqualificazione energetica per la propria abitazione entro i 5 mila euro. Con un occhio all’ambiente e l’altro alle proprie tasche. In queste circostanze i consumatori possono prendere in considerazione l’idea di affidarsi ad un finanziamento per affrontare le spese, confrontare i migliori prestiti è un’ottima opportunità per individuare l’offerta di credito ideale.

 

Sebbene apportare delle migliorie alla propria casa comporti delle spese importanti, gli interventi di riqualificazione energetica consentono di ammortizzare in fretta i costi ed abbattere le spese per luce e gas, Cresce dunque il numero degli italiani attivi da questo punto di vista e, non a casa di recente Findomestic aveva rivelato che gli italiani si stanno dimostrando ottimisti sulla situazione economica del Paese. I consumatori più attivi nel contenere i consumi di energia nelle proprie case sembrano essere i cittadini del Nord (47% di interventi effettuati), seguiti da quelli del Sud (30,2%) e del Centro (21,8%).

 

Ma quali sono i lavori di ristrutturazione preferiti dagli italiani? Al primo posto troviamo gli infissi isolanti (30,7%), poi i serramenti isolanti (11,2%) e le tecniche di coibentazione (10,7%), tutti provvedimenti utili a non disperdere il calore all’esterno delle case. Fondamentale per i cittadini “eco” è anche l’illuminazione: il 40% degli intervistati utilizza infatti luci a basso consumo e il 25,7% usa lampadine alogene, fluoro-compatte, e Led.

 

Per quanto riguarda le somme investite nella riqualificazione energetica, il 37,25% intende restare entro i 2 mila euro, il 29% può spingersi fino a 5 mila e il 13% è disposto a spendere fino a 10 mila euro. Soltanto il 57% degli intervistati dichiara però di essere a conoscenza degli incentivi statali, che per il 30% sono invece troppo complicati da ottenere.

 

In alternativa agli aiuti governativi, per le ristrutturazioni degli immobili è anche possibile richiedere un finanziamento: attraverso Supermoney, il portale per il confronto prestiti, è possibile verificare quali siano le offerte più vantaggiose. Ipotizzando di voler richiedere un prestito finalizzato a casa e mobili di 5 mila euro restituibile in 24 mesi, l’opzione più vantaggiosa per un dipendente pubblico o statale è il prestito con cessione del quinto Rata Bassotta di IBL Banca, con taeg dell’8,24%, rata mensile di 226 euro e 5.434 euro da restituire a scadenza. Per tutti le altre categorie di lavoratori a tempo indeterminato le soluzioni più covenienti sono Prestito Libertà di Unicredit Family Financing (taeg dell’11,31%, rata di 229,6 euro al mese e importo da restituire pari a 5.572) e Prestito Personale di Elastys (taeg del 12,47%, rata mensile di 234,3 euro e 5.636 euro da rimborsare a scadenza).

 

Un altro vantaggio della riqualificazione energetica consiste nella possibilità di usufruire, entro il 31 dicembre 2011, di una detrazione fiscale pari al 55% per le spese sostenute in relazione a questo tipo di interventi.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.