OSSERVATORIO. Confartigianato scende in campo a fianco dei carrozzieri italiani

Risparmiare sulla polizza Rca auto è un’esigenza comune a molti automobilisti. La maggior parte delle volte, infatti, assicurazioni troppo esose incidono notevolmente sul reddito medio dei lavoratori italiani. Per evitare di incorrere in premi assicurativi annui proibitivi è bene valutare le offerte più vantaggiose del mercato per mezzo del confronto delle assicurazioni auto più vantaggiose del momento tenendo conto di esigenze e bisogni personali.

Una nota della Confartigianato di Crotone pubblicata ieri ha denunciato per l’ennesima volta, la sostanziale inefficienza in cui versa il sistema Rc auto in Italia. A più di tre anni dalla sua entrata in vigore avvenuta nel febbraio del 2007, l’obbligo di richiedere l’indennizzo alla propria assicurazione in seguito a incidente stradale previsto dal Codice delle Assicurazioni private ha fallito i suoi propositi sulla riduzione dei costi delle assicurazioni auto.

La nota fornisce il dato già diffuso sul caro-prezzi delle polizze Rc auto italiane che supera del 58,1% la media dei principali Paesi europei. Da febbraio 2007 a maggio 2010 si sono registrati aumenti del 12,5% nei prezzi delle assicurazioni dei mezzi di trasporto, il 3,6% in piu’ rispetto alla media dei principali paesi della zona Euro.

A peggiorare la situazione all’aumento dei prezzi si accompagna anche un allungamento dei tempi di liquidazione dei danni, “un vero paradosso in un sistema che non riesce ad essere in linea nemmeno con il resto dell’Europa” commentano da Confartigianato Crotone. E se i premi delle assicurazioni sono i piu’ alti, le tariffe orarie della manodopera dei nostri carrozzieri sono le piu’ basse del resto dell’Europa.

Alla luce di queste anomalie Confartigianato “intende sollecitare la modifica della legge sul sistema di risarcimento del danno previsto nel Codice delle Assicurazioni Private. I nostri carrozzieri chiedono che i cittadini siano liberi di richiedere la procedura di risarcimento diretto del danno, sia in sede giudiziale che in quella stragiudiziale, oppure di richiedere l’indennizzo alla assicurazione del responsabile del danno. Inoltre si avanza la possibilita’ di consentire al cittadino di potersi rivolgere al suo carrozziere di fiducia abolendo l’istituto del risarcimento ‘in forma specifica’, ovvero ottenere la riparazione gratuita del proprio autoveicolo recandosi solo presso carrozzerie convenzionate con la propria assicurazione”. Una clausola, questa, che di fatto limita il libero mercato delle riparazioni auto.

Per un confronto online sulle assicurazioni è possibile consultare il sito Supermoney, che consente di comparare le proposte di 17 compagnie assicurative.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all’attivazione di un link di riferimento.

 

Comments are closed.