OSSERVATORIO. Conti deposito, l’investimento preferito dagli italiani

Sono numerosissimi gli italiani che scelgono di affidare il proprio denaro ai depositi bancari. Tra i prodotti più interessanti e convenienti troviamo i conti deposito, strumenti offerti dalle banche per depositare i propri risparmi liberi o vincolati, dai 3 ai 24 mesi al fine di ricavarne una piccola rendita. Per scoprire quale sia il conto più adeguato alle nostre esigenze possiamo mettere i conti deposito più vantaggiosi delle principali banche a confronto, avendo cura di valutare i tassi d’interesse più convenienti.

 

“In un periodo di incertezza dei mercati e volatilità delle Borse, in cui anche i tanto amati titoli di Stato fanno nascere dubbi ai risparmiatori, il conto deposito sembra rappresentare una valida soluzione per chi desidera impiegare il proprio denaro contando su un rendimento predefinito, semplicità e trasparenza”: a dirlo è Alfonso Zapata, general manager di Ing Direct Italia, in occasione dell’apertura della prima filiale del gruppo olandese a Roma. Non a caso, infatti, ultimamente aumenta la richiesta di questo tipo di prodotti a testimoniare che i conti deposito piacciono sempre più ai risparmiatori italiani.

 

Ing Direct è la banca che, con conto arancio, ha lanciato i conti deposito in Italia. Da allora le offerte delle banche si sono moltiplicate e i depositi on line hanno conquistato sempre maggiore terreno tra i prodotti di investimento. Specialmente ora che nessun rifugio sembra abbastanza sicuro per i risparmi degli italiani, il conto deposito rappresenta un’opzione a rischio zero (grazie alla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che copre i rischi di un eventuale default fino a 100 mila euro), e buoni rendimenti (attualmente i conti vincolati arrivano a superare il 4,5% lordo).

 

Per i risparmiatori che vogliano puntare sui conti deposito, la prima regola è confrontare le offerte, con l’aiuto dei servizi di confronto on line come SuperMoney. In questo periodo i tassi sono molto elevati, ma non è detto che questa “cuccagna” duri a lungo, visto che la Bce ha da poco abbassato i tassi di interesse. Vincolare i propri soldi per un periodo di 9-12 mesi può essere una buona soluzione. Tra le opzioni più vantaggiose di conti vincolati a 9 mesi ci sono YouBanking, che offre ai nuovi clienti un tasso di interesse lordo del 4% (3,20% netto); ContosuIBL di IBL Banca, con un rendimento del 3,55% lordo (2,56% netto); il conto deposito CheBanca! che propone il 3% lordo (2,40% netto) per 9 mesi. Per gli interessi maturati dal primo gennaio 2012, la tassazione passerà dal 27 al 20%.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu’

 

Comments are closed.