OSSERVATORIO. Conti deposito vincolati, è possibile estinguerli in anticipo?

Il conto deposito è uno dei prodotti cui gli italiani affidano più volentieri i propri risparmi, grazie a tassi di interesse vantaggiosi e rischi limitatissimi. Negli ultimi anni questi conti bancari hanno ottenuto notorietà crescente grazie all’inserimento sul mercato di molte nuove società. Per comprendere quali siano i depositi con il rendimento più vantaggioso e i criteri da noi ricercati possiamo prendere in considerazione l’idea di confrontare i migliori conti deposito del momento, avendo cura di tenere conto delle nostre possibilità economiche.

Con l’aiuto degli esperti di Supermoney, il portale per il confronto dei conti deposito accreditato Agcom, abbiamo verificato le condizioni previste da alcuni dei principali istituti di credito. Tra conti deposito liberi e conti vincolati, questi ultimi garantiscono sicuramente rendite più elevate, ma in cambio richiedono una permanenza minima (da 1 a 36 mesi) delle somme depositate sul conto.

Come regola generale, nel caso in cui si decida di vincolare i propri soldi, è meglio essere sicuri che non se ne avrà bisogno per l’intera durata del vincolo. Può però capitare che, per qualunque motivo, si abbia la necessità di prelevare i soldi depositati prima della scadenza. Come fare in questo caso? Ogni banca adotta politiche diverse per quanto riguarda lo scioglimento anticipato dei depositi vincolati.

Alcune banche non prevedono la possibilità di risoluzione anticipata del vincolo: tra queste troviamo IBL Banca con Conto su IBL, che pur non consentendo ai propri clienti questa opzione offre in cambio rendite superiori alla media. Altri istituti di credito permettono il prelievo anticipato dei risparmi (tutti o in parte), ma non conteggiano gli interessi maturati fino al momento della chiusura. Fa eccezione solamente Eurodeposit di PrivatBank, che oltre ad offrire i tassi attualmente più vantaggiosi sul mercato garantisce, anche in caso di rescissione anticipata, tutti gli interessi maturati dai propri clienti fino al momento della chiusura del conto.

Esistono poi banche – come IWBank con IWPower e CheBanca! con il Conto Deposito – che prevedono il prelievo anticipato (totale o parziale) e rivedono in tal caso la retribuzione degli interessi al tasso base, con la perdita degli interessi corrisposti in anticipo.

Time Deposit di Barclays invece permette l’estinzione anticipata ma con la perdita degli interessi maturati fino al momento di chiusura del conto.

Time Deposit di Santander permette solo l’estinzione anticipata totale, remunerando gli interessi ad un tasso lordo dell’1%; infine Conto Webank di Webank e Conto Arancio di ING Direct offrono la possibilità di svincolare i propri risparmi anche in parte; sul denaro prelevato anticipatamente viene applicato tuttavia il tasso di interesse del deposito non vincolato.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.