OSSERVATORIO: Credito alle famiglie, a dicembre in aumento i mutui e i prestiti

I cittadini ricominciano a chiedere prestiti, le banche tornano ad erogarli, il settore crediti si sblocca. Dopo mesi d’inattività, gli italiani dimostrano una ritrovata fiducia verso le banche e ricominciano ad avvicinarsi al settore prestiti. Nel 2010, sempre più gente ha scelto di chiedere un mutuo, qualcuno ha preferito prima confrontare i mutui più convenienti navigando su internet, altri si sono direttamente rivolti alla propria banca di fiducia, ciò che conta è chela nuova tendenza generale sia quella di restituire vigore al mercato dei prestiti e dei mutui, come rivela uno studio CRIF.

I dati del Barometro Crif sul credito alle famiglie italiane rivelano una forte crescita relativa alle richieste di mutui nell’ultimo mese del 2010. La domanda, frutto di un’analisi condotta sul patrimonio informativo dell’Eurisc per oltre 75 milioni di linee di credito in Italia, è cresciuta solo a dicembre 2010 del 16% rispetto allo stesso mese del 2009, confermando il sempre maggiore interesse a parte delle famiglie verso l’acquisto di immobili come migliore forma di investimento. Questa domanda porta il dato annuo complessivo verso un incremento solo del +1% rispetto al 2009, mentre lo scorso anno, invece, l’aumento era stato del 7% rispetto al 2008.

All’interno del comparto dei mutui le richieste per una durata tra i 25 e i 30 anni si presentano come la scelta più ricercata da parte degli italiani, rappresentando il 29,36 % del totale delle domande, anche se è in calo di 1,24 punti percentuali rispetto al 2009. Sono invece in aumento le domande per la classe di durata tra i 20 e i 25 anni, equivalenti al 20% del totale delle richieste nel 2010.

Anche i prestiti segnano una crescita dell’1% a dicembre, ponendo fine ad un periodo di magra che aveva caratterizzato l’inizio del 2010. Tuttavia nell’intero anno qui le domande totali registrano un calo del 3%. I periodi di rimborso più richiesti sono quelli maggiori di 60 mesi, con quasi il 21 % del volume complessivo, mentre crescono i prestiti personali con importi al di sotto dei 5.000 euro che, con una percentuale del 45,7 sul totale dei volumi, sono la classe d’importo privilegiata dagli italiani.

Se si desidera richiedere un prestito o sottoscrivere un mutuo, è possibile effettuare una valutazione personalizzata su Supermoney, per trovare l’offerta che più si adatta alle proprie esigenze.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

Comments are closed.